Bisogna prestare molta attenzione alla casa che decidiamo di prendere in affitto. Ci sono da valutare moltissimi aspetti: scegliere una casa in affitto non può essere paragonabile a nessun’altra scelta a cuor leggero.

C’è da valutare la zona, i servizi circostanti, i metri quadri, la funzionalità, gli arredi, il condominio e molto altro. Ma soprattutto c’è da valutare il contratto che si decide di stilare con il padrone di casa.

A cosa bisogna prestare attenzione prima di firmare il contratto?

Quando decidete di rivolgervi a un’agenzia, in qualche modo siete tutelati dal rappresentante che decide di sbrigare alcune pratiche per voi: in tal caso, è comunque consigliabile fare visionare il contratto a un avvocato prima di firmarlo.

In ogni caso, prima di firmare qualsiasi contratto, vi consigliamo di andare da un avvocato, per tutelarvi sulle azioni future.

Come dicevamo, in fase contrattuale, si decidono parecchie cose importanti: per esempio, la manutenzione dello stabile. Solitamente, la manutenzione ordinaria è pratica dell’attuale inquilino, che si occupa di mantenere l’abitazione allo stato in cui l’ha trovata. Per quanto riguarda la manutenzione straordinaria, invece, è di competenza del proprietario dell’abitazione.

Ecco i nostri consigli su cosa prestare maggiore attenzione prima di firmare il contratto:

  • Il contratto deve essere a norma di legge;
  • Ci deve essere scritto in modo chiaro quanto durerà la permanenza dell’inquilino;
  • Si deve studiare bene il concetto di subentro e recesso;
  • Fate attenzione alle clausole definite vessatorie, ovvero che danno al proprietario dei diritti che per legge non dovrebbe avere;
  • Verificare che quanto sia scritto sul contratto riguardo all’appartamento sia vero. Molti proprietari falsificano la classe energetica, i metri quadri e molto altro. Non fatevi fregare sotto questo punto di vista;
  • Comprendete molto bene quali mansioni vi spettano e quali pagamenti dovrete effettuare;
  • Non versate mai la caparra prima di avere firmato il contratto.

Affidatevi solo a quanto c’è scritto nel contratto

Per ogni ulteriore vostra richiesta, non affidatevi mai a una promessa non scritta. Ciò che ha valore in sede legale è il contratto: pertanto, se chiedete qualcosa al proprietario, magari di ristrutturare in futuro una parte della casa a sue spese, inserite questo termine nel contratto.

In ogni caso, noi vi consigliamo di rivolgervi a un avvocato e di sottoporre al suo giudizio il contratto: per quanto possiamo fare attenzione, non siamo avvocati e non ci intendiamo di diritto. Possiamo saperne qualcosa, ma è sempre un bene prevenire, piuttosto che curare in futuro.